Orrori da arredare

Orrori da arredare

A volte ci si sente insoddisfatti della propria vita, si vorrebbe cambiare quello che ci circonda, ma per pigrizia o mancanza di tempo non si fa che rimandare. Curare l'ambiente in cui si vive, prendersi cura della propria casa e arredarla in modo che ci trasmetta benessere, è fondamentale per stare bene con se stessi. Spesso si teme che cambiare stile o fare delle modifiche possa comportare spese esorbitanti. In realtà basta poco per dare nuova vita a vecchi mobili o a stanze lugubri e spente.

Un primo passo per rimodernare la propria abitazione potrebbe essere quello di tinteggiare le pareti. Esistono varie tipologie di pittura in base allo stile che si vuole ottenere, così come è possibile spaziare con le tonalità di varia gradazione per creare giochi di luce e di contrasti. In alternativa si può pitturare solo una parete, nel caso in cui si abbiano poche disponibilità economiche. Tuttavia è fondamentale che la parete scelta sia quella protagonista di tutta la stanza, quella che tende maggiormente a catturare la nostra attenzione, ad esempio dove è posizionata la televisione. Per la pittura è fondamentale tenere in considerazione alcuni punti fermi, indipendentemente dai propri gusti: se la stanza è piccola si dovranno scegliere delle vernici chiare, mentre potete osare con i colori più scuri solo se la metratura è ampia. Chi non desidera utilizzare vernici può anche dilettarsi con le carte da parati, oggi sempre più sfiziose e decorative, ottime per creare angoli particolari in base al proprio stile. Oppure avete mai pensato di rivestire la parete con delle pietre o dei listelli di legno? In commercio se ne trovano di vari formati e colori. Quadri e stampe possono fare la differenza su una parete spoglia, se invece la vostra casa abbonda già di cornici divertitevi a cambiare posizione creando figure geometriche. La cornice vi ha stufato? Decoratela con dei nastri colorati o passate un tocco di vernice. Puntate i faretti su angoli specifici della stanza o posizionate una lampada da terra: basta un solo punto luce studiato ad arte per cambiare l'atmosfera di un'intera stanza. Gli specchi invece donano un senso di ampiezza espandendo la visuale.

A volte anche la semplice modificazione della disposizione dei mobili può servire per rinnovare un ambiente, soprattutto se il vostro arredamento è ancora in ottime condizioni. I mobili tuttavia possono essere rinfrescati e ritrovare la loro vitalità: alcuni necessitano di una semplice pennellata per risaltare un colore oramai spento, per altri possiamo cambiare completamente stile, ad esempio sostituendo pomelli e maniglie. Se vi piace lo stile invecchiato potete recuperare il vostro complemento d'arredo con qualche passata di spatola e alla fine sembrerà di avere un mobile in stile vintage in casa.

Per modificare porte e finestre senza ricorrere alla spesa onerosa di acquistare nuovi infissi ci sono tante soluzioni creative: si possono inserire delle vetrate nelle porte più importanti, quelle che collegano le stanze principali, oppure possono essere applicati degli stencil. Anche per le finestre si possono scegliere i windows home stickers, decorazioni e motivi da applicare sulla vetrata che possono ingannare l'occhio rappresentando elementi a vostra scelta. Le tende possono essere cambiate e sostituite con modelli più contemporanei; anche il semplice cambio di tonalità o di tessuto riesce a creare un'atmosfera differente filtrando la luce del sole in maniera diversa.

Se invece avete dei termosifoni un po' malandati, prima di verificare la possibilità di cambiarli con altri dal taglio più moderno, provate a rivestirli con delle griglie incastonate all'interno di pannelli in legno. Oppure valutate l'opzione di verniciarli, in commercio esistono tonalità dai colori forti e accesi che trasformeranno i vecchi radiatori in ghisa in termosifoni alla moda.

Un'altra idea per modificare i vostri spazi di vita è quella di giocare con i tessuti: si possono aggiungere cuscini ai divani del soggiorno e alla camera da letto o sostituire le federe con stampe più lavorate; si possono rinnovare il piumone o il copriletto della zona notte, acquistare dei nuovi tappeti o dei copri divani per la zona giorno. Un'ottima soluzione può essere quella di scegliere un unico tessuto per realizzare in coordinato tende, coperte e cuscini. Siete bravi con i lavori a maglia o con ago e filo? Personalizzate con disegni o scritte i tessuti che avete già in casa. Se il vostro divano è proprio da buttare, perché non riciclare i pallet e realizzare un originale divano con dei grossi cuscini colorati? La tendenza del momento è quella di recuperare quanto più possibile, in questo modo avrete una soluzione economica e creativa per dare un tocco originale al vostro salotto.

Anche in bagno la semplice sostituzione degli accessori per la toilette o della tendina della doccia danno una ventata di freschezza e originalità. Cercate di coordinare anche il colore degli asciugamani. Anche qui potete ricorrere a degli stickers decorativi da stendere sulle piastrelle del bagno. Provate a posizionare dei fiori freschi o finti in un vaso, creando un piccolo angolo verde che aiuti a rilassarsi.

Per la cucina, a meno che non siate disposti a cambiare completamente i mobili, potete provare a sostituire solo le ante, ma dovete essere bravi nel bricolage o dovete affidarvi ad un buon falegname. In alternativa potete giocare con la disposizione di elettrodomestici e accessori: oggi gli elettrodomestici spesso sono colorati e sono dei veri e propri oggetti di design. Potete arricchire mensole e piani di lavoro con barattoli a vista in cui disporre pasta, farina, spezie, aromi, proprio come vuole lo stile shabby chic. Il frigo è brutto e opaco? Personalizzatelo con lavagnette o piccole calamite, dando un tocco di colore. Le sedie possono essere rinnovate: se hanno la seduta imbottita, si può sostituire il tessuto, in alternativa provate a dipingerle sfiziandovi con colori accesi e creando dei bei contrasti. Tutto può essere dipinto, dal lampadario al tavolo, non è detto che quando un oggetto d'arredamento sia passato di moda debba necessariamente finire nel cassonetto.

Per chi invece vuole proprio disfarsi dei mobili, c'è sempre la possibilità di riciclare qualcosa nei mercatini dell'usato: spesso si trovano mobili semi-nuovi su cui apportare leggeri interventi di ristrutturazione. E se volete proprio risparmiare, fate uno scambio e restituite indietro i vostri vecchi pezzi d'arredamento, magari qualcuno sarà interessato.